Copyright 2018 - Broker Review Design - Custom text here
  • Volontari a Lavoro

  • Padre Giorgio

  • Padre Vittorio e il Vescovo di Rimini

  • In Preghiera prima del Servizio

  • Papa Francesco

  • Padre Lazzaro in Mensa

  • Interno Mensa

  • Ingresso Mensa

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti: cliccando su 'Chiudi', proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sulle Norme privacy.

 

 

 

Dona il 5x1000 dalla Tua dichiarazione dei redditi - Codice Fiscale 91070370407

 

 Apertura Porta della Carità

Stralcio del discorso del Papa all'apertura della porta Santa della Carità a Roma 

…... “Se Tu vuoi trovare Dio, cercalo nell'umiltà, cercalo nella povertà, cercalo dove Lui è nascosto: nei bisognosi, nei più bisognosi, nei malati, gli affamati, i carcerati”. E ha proseguito: Gesù quando ci predica la vita, ci dice come sarà il Giudizio nostro, non dirà: Ma, Tu vieni con me perché hai fatto tante belle offerte alla chiesa, Tu sei il benefattore della chiesa, vieni, vieni al Cielo, perché …....”. NO! L'entrata al Cielo non si paga con i soldi, eh? Non dirà: “Tu sei molto importante, hai studiato tanto e hai avuto tante onorificenze, vieni al Cielo …..” NO!, le onorificenze non aprono la porta del Cielo. Cosa ci dirà Gesù per aprirci la porta del Cielo? “Ero affamato e mi hai dato da mangiare, ero senzatetto e mi hai dato una casa; ero così, ero malato e sei venuto a trovarmi; ero in carcere, sei venuto a trovarmi”. Gesù è nell'umiltà. E' l'amore di Gesù è grande. Per questo oggi all'aprire questa Porta Santa, io vorrei che lo Spirito Santo aprisse il cuore di tutti ….. e gli facesse vedere qual'è la strada della salvezza. Non c'è lusso, non c'è la strada delle grandi ricchezze, non c'è la strada del potere. C'è la strada dell'umiltà. E' i più poveri, gli ammalati, i carcerati...., ma Gesù dice di più, eh? “ I più peccatori, se si pentono, ci precederanno nel Cielo”, loro hanno la chiave. Quello che fa la carità è quello che si lascia abbracciare dalla misericordia del Signore”.

 

Regala 10 euro per un pacco dono ai Bambini Poveri.

 

L’Associazione Opera Sant’Antonio è nata nell’anno 2000, grazie all’intuizione del suo fondatore Padre Lazzaro, non nuovo a simili iniziative, in quanto aveva curato il pensionato e la mensa per studenti a Forlì e, aperto adiacente alla chiesa S. Maria del Fiore di Forlì una Mensa per i più bisognosi.

Lo scopo dell’Associazione Opera Sant’Antonio di Rimini è quello di aiutare i più deboli, i più bisognosi, e, provvedere a quel bisogno primario dei poveri che è il “mangiare”, secondo la tradizione Francescana.

In Associazione sono offerti più servizi, inizialmente veniva offerto un pasto caldo, poi, con il passare degli anni, grazie all’aiuto dei volontari (attualmente sono una ottantina) si offrono più servizi/aiuti. Oltre al servizio mensa sopra citato (1 accesso giornaliero), si offrono servizi di: doccia (1 accesso a settimana), rasatura barba, biancheria intima nuova, indumenti usati in buono stato (offerti dalla popolazione locale), servizio distribuzione farmaci, pacchi spesa e aiuti materiali. Ultimamente si è aggiunto un altro servizio in convenzione con il Tribunale di Rimini per l’effettuazione della L.P.U. (lavori di pubblica utilità), rivolto alle persone che hanno pendenze con la Giustizia. 

La responsabilità della gestione e dell'organizzazione dell'Associazione è sempre stata di un Frate, nonché supervisore, il tutto coadiuvato dai Volontari divisi per gruppi, ogni gruppo è responsabile di un servizio, l’attuale Responsabile è P. Vittorio.

Nell'anno 2004, grazie a Padre Marco e con l’aiuto di due Volontari, si è istituita l’anagrafe computerizzata degli ospiti, ciò ha permesso di monitorare con statistiche annuali gli accessi all’Associazione e ai servizi resi. L’Ospite che si presenta per la prima volta in Associazione sostiene un colloquio con un Volontario adeguatamente formato per tale scopo, viene compilata una scheda con allegato un documento identificativo, i suoi dati vengono registrati nel database della mensa (O.S.A.), al termine di questa operazione all’Ospite viene rilasciata una tessera con un codice a barre generato dal programma in dotazione, ciò consente di per regolarizzare gli accessi all’Associazione e ai suoi Servizi Offerti e di effettuare Report annuali sui Servizi.

 

I Volontari

Stemma Papale

Webmaster : Giuseppe Di Marzo

Copyright © 2015 operasantantonio.org. Tutti i diritti riservati.

Casa S. Francesco e S. Chiara FC